Si tratta di un'analisi approfondita condotta attraverso sopralluoghi presso l'unità produttiva e l'esame di documenti forniti dall'azienda, e inoltre si analizzano dati  sulle utenze elettriche, termiche, frigorifere, acqua (potenza, fabbisogno/consumo orario, fattore di utilizzo, ore di lavoro, etc.).

Su questa base si procede nella ricostruzione dei modelli energetici.

Da tali modelli sarà possibile ricavare la ripartizione delle potenze e dei consumi per tipo di utilizzo (illuminazione, condizionamento, freddo per processo e per condizionamento, aria compressa, altri servizi, aree di processo), per centro di costo, per cabina elettrica e per reparto, per fascia oraria e stagionale. Inquadrata la situazione, viene analizzata criticamente ed in confronto con parametri medi di consumo al fine di individuare interventi migliorativi per la riduzione dei consumi e dei costi.

Gli interventi possono essere così classificati:

  • Modifica contratti di fornitura energia;
  • Migliore gestione degli impianti, compresa la modulazione dei carichi;
  • Modifiche agli impianti esistenti;
  • Nuovi impianti;
  • Adozione di sistemi di cogenerazione e tri generazione;
  • Isolamento termico degli edifici;
  • Installazione di corpi illuminanti ad elevata efficienza;
  • Adozione di motori elettrici ad elevato rendimento;
  • Installazione di recuperatori di calore;
  • Impiego di sistemi di regolazione e di gestione dei consumi BMS (Building Management Systems).

Degli interventi individuati viene data una valutazione preliminare di fattibilità tecnico-economica e se necessario si procede ad uno studio di fattibilità, in particolare nel caso di nuovi impianti (ad esempio, impianti di cogenerazione).

Solo dopo la condivisione delle nostre proposte, il cliente può decidere quali sviluppare e con quali tempistiche, potendo contare sulla certezza di un investimento dai vantaggi garantiti.